A (PIU’ DI) QUALCUNO PIACE MARILYN…WARHOL!

A 65 anni dall’uscita del film più famoso di Marilyn Monroe, “A qualcuno piace caldo” (1959) di Billy Wilder, non è peregrino fare un cenno sull’associazione con l’immagine dell’attrice che ne fece Andy Warhol con le sue più note serigrafie quale riflessione e denuncia sulla valenza comunicativa assunta da taluni personaggi (nella fattispecie in un contesto ‘di carta pesta’ come quello hollywoodiano) della Società dei Consumi del secondo Dopoguerra resi icona non tanto dal loro carisma quanto dalla potenza della Comunicazione di massa.

La serie serigrafica delle Marilyn è costituita da 10 serigrafie (91 x 91cm), con realizzazione in un’edizione primaria (oggi ricercatissima e dal valore milionario per ogni esemplare) di 250 copie (alcune firmate, altre siglate dal Maestro e talune datate), riportanti la stessa immagine diversificata nelle colorazioni e venne fatta stampare da Warhol nel 1967, sulla base di un’immagine tratta dal film “Niagara” interpretato dalla Monroe, dalla Aetna Silkscreen Products Inc. con Casa editrice la Factory Additions.

Furono stampati anche 26 portfolio a mo’ di prove d’artista, firmati e identificati dalle lettere dalla A alla Z. Tre anni dopo venne riproposta un’edizione ulteriore (ogni esemplare con timbro in inchiostro nero sul retro riportante “Published by Sunday B. Morning” e, inoltre, “Fill in your own signature”) – non di meno pubblicata sul Catalogo raisonné di Andy Warhol di Feldman & Schellmann che raccoglie tutte le opere grafiche realizzate dall’artista dal 1962 al 1987- della stessa immagine con altre 10 nuove variazioni cromatiche e in dimensioni minori di 6,5 centimetri per ogni lato.

Lo stesso Warhol aveva firmato alcune di queste stampe con la frase “This is not by me. Andy Warhol” e il loro prezzo, che dapprima il Mercato aveva molto penalizzato, è oggigiorno piuttosto elevato, con aggiudicazioni d’asta, ad esempio da Dorotheum Vienna, superiori ai 50 mila Euro.

Pare che la questione derivi dal fatto che gli stampatori dell’epoca non avessero ottemperato al desiderio di Warhol di non stampare ulteriori 250 esemplari e che il Maestro, quando veniva in possesso di una di queste copie, provvedesse a sua tutela o a distruggerle o a firmarle nel modo suddetto.

Una terza serie con tiratura sconosciuta, realizzata nel 1985 con invece impressa la firma di Andy Warhol, è inoltre sul Mercato come “European Artist’s Proof Edition, mentre, infine, una quarta serie bollata in blu sul retro e stampata in modo qualitativamente elevato a livello di resa dei colori utilizzando la stessa carta e mantenendo le stesse dimensioni della serie del 1967 è oggi circolante accreditata come “Sunday B. Morning” e si distingue la bollatura in blu sul retro.

Paolo Turati

Contact to Listing Owner

Captcha Code